Ma ‘ndo vai, se l’Avocado non ce l’hai? I 5 migliori Avocado Toast di Milano

Come siamo diventati così ossessionati dall’avocado? Difficile dirlo. Sicuramente c’entrano Instagram, gli hipster, Gwyneth Paltrow e qualche chef compiacente: lo ha ben spiegato un articolo del Washington Post, aggiungendo che si tratta di un cibo semplice, buono ma al contempo piuttosto sano – a patto di scegliere un buon pane di qualità e frutti di provenienza certificata, come quelli di Sicilia Avocado, per esempio – e con le cromie giuste per essere fotografato. 

Per farlo in casa occorrono poco meno di 5 minuti, ma se siete pigri o siete in cerca di una colazione alternativa mentre siete in giro, o ancora di un pasto leggero per questi giorni di afa, ecco i 5 posti di Milano dove mangiare un Avocado Toast come si deve!

Photo Credits Instagram @paninidurini

Panini Durini | Il nazionalpopolare
Da sempre sostengo che il vero piatto tipico di Milano è il panino, ed è per questo che i concept incentrati sul pasto al volo per eccellenza sono così popolari in città. Panini Durini è nato nel 2011, e ha già conquistato i luoghi chiave del centro: ben tredici punti vendita dove trovare un ampio menu di panini, insalate e dolci, wi-fi gratuito e un ambiente gradevole (belli i tavoli in marmo, un po’ meno la musica ad alto volume). Ma non c’è solo il nazionalpopolare “pane e companatico”, perché la carta strizza volentieri l’occhio ai food trend globali. Dal Matcha Cappuccino al Golden Milk, fino ad arrivare all’Avocado Toast: semplice, enorme, rassicurante.
Panini Durini | Location varie

Photo Credits Instagram @amandatropp

Fancy Toast | L’hipster
Comunicazione ammiccante, décor decisamente hipster (con un pavimento altamente instagrammabile), e un’offerta che guarda Oltreoceano, precisamente a San Francisco e ai suoi open toast dolci e salati. Ovvero, “un toast composto solamente da una fetta di pane, che fa da base, rigorosamente alta “one inch”, poco più che due centimetri e mezzo, e assolutamente “stuffed”, strabordante di ingredienti coloratissimi e buoni!”, come si legge sul sito.
Oltre al basic, qui si può assaggiare anche l’Epic Avocado Toast: SUPERbread, avocado mash, avocado a fette, bacon croccante, mais, bacche di goji e dressing di senape. Per fare il pieno di superfood!
Fancy Toast | Via Volta 8 (MM Moscova)

Photo Credits Instagram @miemo_foodlovers

Macha Café | L’evergreen
Se siete patiti e patite di moda, non potete perdervi questo locale. E non solo perché pare che Chiara Ferragni sia un’habitué, o perché è tutto in tinta con il colore Pantone dell’anno, ma per assaggiare il piatto più trendy (a Milano e non solo) di questo momento: l’Avocado Burger, ovvero una deliziosa farcitura di salmone racchiusa tra due metà di avocado che fanno le veci del bun (il classico pane morbido da hamburger). Ma non divaghiamo: qui si può gustare anche un ottimo toast, plain oppure con aggiunta di uova, pomodori alle erbe, salmone, cetriolo e feta. Da accompagnare, rigorosamente, con un Macha Green Superboost (succo di mela verde, cetriolo, spinacino, con matcha e spirulina).
Macha Café | Viale Francesco Crispi 15 (MM Garibaldi)

Photo Credits Facebook Moleskine Café

Moleskine Café | L’artistico
Caffè filtrato, tanto design e ovviamente agende e accessori: il brand café di Moleskine è uno spazio arioso, pulito e ricco di ispirazione (e con un eccellente Wi-Fi). Gli ingredienti sono selezionati, il menu ha un’ispirazione vagamente nordica, il caffè e il cappuccino vengono serviti anche in taglia XL (che Dio li benedica). Veniteci a colazione o a pranzo, approfittate dei tavolini all’aperto e ordinate un delizioso One Page Toast con avocado, pomodori confit e uovo poché. Per chi, ogni tanto, ama sentirsi artista!
Moleskine Café | Corso Garibaldi 65 (MM Lanza/Moscova)

Photo Credits Instagram @mantrarawvegan

Mantra Raw | Il crudista
Di questo locale vegan crudista abbiamo già parlato nella nostra guida ai locali veg di Porta Venezia (la trovate qui). “Il ristorante che non cuoce niente” propone anche una sua versione raw del celebre Avocado Toast, con pane crudo ai semi misti, pachino affumicato, finocchio al limone, erbe e fiori. Abbinatelo ad uno dei loro celebri cold pressed juice, per esempio lo Zen Viola, con rapa rossa, mela, zenzero.
Mantra Raw | Via Panfilo Castaldi 21 (MM Porta Venezia/Repubblica)

 

Non dimenticate di raccontarci qual è il vostro preferito!

P.S. se volete sapere quali saranno i prossimi trend del cibo e non trovarvi impreparati sul vostro account Instagram, date un’occhiata qui 🙂

Dove fare colazione a Milano: le 5 migliori brioche per iniziare la giornata col sorriso

Credits: www.pavemilano.com
Credits: www.pavemilano.com

Devo cominciare con una confessione.
Anni fa frequentai un corso di panificazione intensivo, molto bello e molto faticoso. In quel corso imparai a fare le brioche col tuppo, quelle siciliane, e i croissant, quelli francesi – parenti dei nostri cornetti. Furono tra i migliori mai mangiati in vita mia, ma la quantità di lavoro richiesta fu veramente ingrata. Per dirla alla milanese: un vero sbatti.

È vero che per molto tempo abbiamo vissuto sotto l’assedio di orrendi cornetti industriali congelati, aromatizzati al gusto brioche e unti di grassi non ben identificati. Con buona pace di chi se n’è accorto solo dopo il servizio di Report, per fortuna da qualche anno panifici, bar e pasticcerie che hanno a cuore le nostre papille gustative e il nostro risveglio sono corsi ai ripari, e a Milano sempre più facilmente si riescono a mangiare brioche di ottima fattura. Insomma, non è necessario lavorare per ore in cucina e pensare che, con meno di 2€, si possono mangiare delle ottime brioche (nome generico sotto al quale, per comodità, radunerò croissant e cornetti) mi fa sentire piuttosto fortunata.

Qui vi racconto le mie cinque brioche milanesi preferite, rigorosamente non in ordine. La selezione è molto soggettiva e si basa sui miei gusti, ovvero: brioche non troppo dolci, non farcite, con la quantità giusta di grassi (né troppi, né troppo pochi, giusto per essere scientifici).
Ecco allora dove mangiare un’ottima brioche a Milano, per una colazione che magari non farà spuntare il sole, ma almeno un sorriso sì.

Credits: Facebook Pavè
Credits: Facebook Pavè

1. Pavé | Brioche Vegana
Sai che originale! Consigliare Pavé per la colazione è come consigliare di bere quando si ha sete, ok, ma la brioche vegana l’avete provata? Non che sia una novità il prodotto in sé, ma è davvero difficile trovarne una buona e, soprattutto, senza grassi di origine incerta o peggio margarina.
Qui si può. La vegana è semplicemente perfetta nella sfogliatura e nel gusto, soffice al punto giusto, per niente unta. Viene proposta anche farcita con marmellata, ma io preferisco sempre la versione liscia. La colazione must che non passa mai di moda.
Pavé | Via Felice Casati 27 (MM Repubblica, Porta Venezia) | Via della Commenda 25 (MM Crocetta)

Credits: Facebook Le Tre Chicchere
Credits: Facebook Le Tre Chicchere

2. Le Tre Chicchere | Brioche Liscia
Le Tre Chicchere è una tranquilla pasticceria di quartiere ai confini dell’Isola. Arredamento curato, posizione tranquilla e soprattutto un’accoglienza calorosa per adulti e bambini (basta poco: qualche seggiolone, spazi non troppo sacrificati, e il fasciatoio in bagno). Niente ammiccamenti hipster, qui, ma un menu semplice a colazione, brunch e pranzo, oltre alle immancabili merende, tutto autoprodotto. Le brioche sono eccellenti: del genere che chiamerei “super burro”, leggermente croccanti, per niente dolciastre. Per una colazione tranquilla e Instagram-free.
Le Tre Chicchere | Via Boltraffio 12 (MM Zara)

Credits: Instagram @cafegorille
Credits: Instagram @cafegorille

3. Cafè Gorille | Pain au Chocolat
È vero, avevo detto “non farcite”. Ma per il Pain au Chocolat del Gorille sono disposta a fare un’eccezione (e poi, stiamo pur sempre parlando di cioccolato!). Addentatelo e magicamente vi sentirete in una boulangerie parigina. D’altronde il Gorille è uno dei miei locali preferiti e non ne faccio mistero: ai piedi del Bosco Verticale, è un posto accogliente, luminoso e con tutto quello che serve, dal wifi per lavorare al fasciatoio con i pannolini di cortesia (per le mamme distratte come me). Veniteci per una colazione di lavoro indulgente.
Cafè Gorille | Via G. de Castillia 20 (MM Isola, Gioia)

Credits: www.ca-turati.it
Credits: www.ca-turati.it

4. Ca’ Turati | Brioche alla Canapa
Nel traffico dell’asse Repubblica-Turati, si apre un’ampia vetrina su strada che cela un locale ben più ampio e fornito. Ca’ Turati potrebbe non saltare all’occhio frettoloso (e puntato sullo smartphone) del milanese medio in marcia verso il lavoro, ma una volta scoperto può diventare un punto di riferimento per colazioni da re.
La scelta delle brioche è molto ampia, tutte prodotte da una realtà artigianale pugliese che lavora con materie prime eccellenti: una combinazione di farine (kamut, Senatore Cappelli, grano arso, canapa, integrale) e farciture (marmellate anch’esse provenienti dalla Puglia, creme fatte al momento) da far girare la testa.
La mia preferita è ovviamente liscia, con farina di canapa. Morbida e con un retrogusto pungente, è l’unica a cui potrei concedere l’abbinamento con una marmellata, magari di mela cotogna.
Per chi ha bisogno di una pausa ancora prima di iniziare (anche perché per il Cynar è un po’ prestino).
Ca’ Turati | Via Filippo Turati 40 (MM Repubblica, Turati)

15259786_1196475000437127_1760855912025437566_o
Credits: Facebook Panificio Davide Longoni

5. Panificio Davide Longoni | Brioche liscia
Di Davide Longoni abbiamo già parlato qui. È il mio maestro di panificazione e io amo ogni cosa che fa e, soprattutto, come lo fa: con passione, cultura, leggerezza e sincerità. Il suo pane è una poesia croccante, dove nulla è lasciato al caso. Si parte con la cura e la selezione delle materie prime (è stato uno dei primi a riscoprire e a promuovere i grani antichi), poi ovviamente c’è il lievito madre, il tempo, e il risultato. Eccellente e mai scontato.
La stessa cura e passione (e stessa pasta madre) le ritroviamo nelle brioche che si possono gustare nel suo panificio bistrot, in una via tranquilla di Porta Romana. D’estate, è impossibile non accomodarsi ai tavolini sparsi nel piccolo orto-giardino, ma anche l’interno – sebbene di spazi un po’ sacrificati – è molto piacevole. Anche qui andiamo sul classico: nella brioche liscia la sfogliatura è molto evidente, il gusto leggermente dolce ma mai troppo. In questa stagione, vi concedo anche di variare con una fetta di panettone artigianale, che merita davvero l’assaggio.
Per cultori del lievito madre.
Panificio Davide Longoni | Via Gerolamo Tiraboschi 19 (MM Porta Romana)

E voi, dove amate far colazione con cappuccio e brioche?