#amoleggere: il 23 aprile si festeggia la Giornata Mondiale del Libro

Il 23 aprile 2017 si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore, un’iniziativa Unesco nata per evidenziare la potenza dei libri e promuovere la visione di una società basata sulla conoscenza, inclusiva, pluralista, equa, aperta e partecipativa per tutti i cittadini.

“Si dice che da come una società tratta le persone più vulnerabili si possa misurare la sua umanità. Quando si applica questa misura alla disponibilità di libri per persone con disabilità visive e con disabilità fisiche o di apprendimento, ci troviamo di fronte a ciò che può essere descritto solo come una “carestia di libri”.” 

Così Irina Bokova, Direttore Generale Unesco, introduce l’edizione di quest’anno, dedicata alla sensibilizzazione sull’accesso ai libri da parte di chi soffre di disturbi dell’apprendimento o presenta disabilità fisiche. 

“Secondo l’Unione Mondiale dei Ciechi, circa 1 su 200 persone sulla Terra – 39 milioni di noi – non possono vedere. Altri 246 milioni hanno una vista notevolmente ridotta. Queste persone […] possono accedere a circa il 10% di tutte le informazioni scritte e delle opere letterarie. […] La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, segnano un cambiamento di paradigma nel riconoscere il diritto delle persone disabili ad accedere ai libri, alla conoscenza e alla vita culturale partendo da basi comuni a quelle degli altri.
Nell’ambito della convenzione, l’UNESCO sta lavorando per promuovere una migliore comprensione delle questioni legate alla disabilità e mobilitare il sostegno al riconoscimento della dignità, dei diritti e del benessere delle persone con disabilità, e dei benefici della loro integrazione nella società.”

Anche in Italia saranno molte le iniziative dedicate a questa giornata: le potete trovare in rete cercando l’hashtag #amoleggere, da usare in questi giorni per condividere il nostro amore per la lettura.
Amazon, per esempio, permette di donare a Save the Children per sostenere la campagna “Illuminiamo il futuro“, contro la povertà economica ed educativa: in Italia oltre 1 milione di bambini vive in povertà assoluta, e oltre alla mancanza di mezzi materiali, sperimenta quella di opportunità formative (come visitare un museo, andare ad un concerto, fare sport). Una povertà che li priva della possibilità di costruirsi un futuro, o anche solo di sognarlo. Per questo Save the Children ha creato i “Punti Luce” nei quartieri più svantaggiati delle città. Spazi in cui studiare, esprimersi e crescere. 

Cogliendo l’occasione dell’evento internazionale dedicato al libro, inoltre, inizia in anticipo di una settimana Il maggio dei libri, l’iniziativa nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore della lettura come strumento di crescita personale, civile e sociale. Dal 23 aprile al 31 maggio enti locali, privati, scuole, festival, cinema, librerie, biblioteche, carceri, editori, associazioni culturali, istituti sanitari, negozi e molte altre realtà, saranno riunite dal claim “Leggiamo insieme”, accompagnato dall’immagine di Guido Scarabottolo. Il tema della campagna è la lettura come strumento di benessere: leggere fa bene, è piacevole e salutare. I libri permettono di migliorarsi nei contesti più disparati aprendo nuove prospettive e arricchendo il nostro bagaglio esperienziale e culturale.
[E, nel nostro caso, sono anche buoni da mangiare! (Date un’occhiata al nostro archivio di ricette letterarie)].

A questo proposito, proprio domenica alle 10.00, nella Sala Gothic del padiglione 4 della fiera di Milano, è in programma la tavola rotonda “La lettura come strumento di benessere”, alla W di Wonder nello speciale alfabeto di Tempo di Libri: Romano Montroni, Stefano Bolognini, Rachele Bindi, Antonio Calabrò, Nicola Galli Laforest, Stefano Laffi, Ketti Mazzocco, Armando Massarenti e Vito Mancuso discuteranno non solo delle meraviglie della lettura, ma anche e soprattutto delle tipologie e modalità diverse con le quali può essere d’aiuto nelle varie fasi della nostra vita.

Per gli amici romani, invece, l’appuntamento è alla Galleria Nazionale, dove alle 11 è prevista una visita guidata gratuita alla Biblioteca del museo, alla scoperta del ricco patrimonio librario tra antichi volumi e rare riviste di arte. Dal 23 aprile, inoltre, il libro diventa protagonista con uno spazio di book-sharing nella Sala delle Colonne, l’area accoglienza a ingresso gratuito della Galleria: i visitatori sono invitati a portare e a leggere i propri libri dei sogni per cominciare a dare corpo a quello che diventerà un punto di scambio, condivisione e arricchimento. Per l’occasione, il biglietto d’ingresso è ridotto a 5€ per i visitatori che porteranno i propri #LibriDiSogni per il nuovo angolo book-sharing.

Tanti motivi, insomma, per dire #amoleggere: raccontateci il vostro! Noi intanto vi lasciamo con una bonus track che ci ha fatto sorridere e un po’ commuovere (è una pubblicità, ma vale davvero la pena vederla).

BookCity 2016 arriva in città: una mini-guida per chi ama i libri, la cucina… e i gatti!

slide-bcm16

È già quel momento dell’anno. Quello che aspettiamo con un misto di entusiasmo e frenesia. E no, non stiamo (ancora) parlando del Natale, ma del weekend milanese preferito da tutti noi booklover: BookCity 2016arriva in città!

Dal 17 al 20 novembre ci aspettano più di 1000 eventi dedicati alla lettura e disseminati sul territorio – una delle ragioni del successo di BookCity è proprio nella capacità di far scoprire ai milanesi luoghi pressoché sconosciuti della loro città – tra incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura. Un’onda anomala di letteratura, nata per coinvolgere lettori di ogni età, grazie ad un’alleanza tra Comune ed editori che continua ormai dal 2012.

Per orientarsi nel colossale programma si può partire dal sito e navigare tra location, temi, protagonisti ed programmi speciali. Noi vi segnaliamo alcuni degli appuntamenti imperdibili, a tema food ma non solo!

Chi ama le donne forti non potrà lasciarsi scappare l’evento di inaugurazione, giovedì 17 novembre alle ore 19, al Teatro dal Verme, con una delle voci più autorevoli della narrativa turca: Elif Shafak, che da sempre rivendica nei suoi romanzi l’indipendenza del racconto dalla politica e dalla realtà, e interviene sui principali giornali di tutto il mondo sulla situazione sociale e politica in Turchia.
L’autrice di La bastarda di Istanbul dialogherà con Rula Jebreal e riceverà il Sigillo della Città dalle mani del Sindaco Giuseppe Sala.

credits: Illibraio.it
credits: Illibraio.it

Anche I foodie lettori troveranno, come si suol dire, pane per i loro denti. Sono tanti gli appuntamenti con autori ed editori di libri di cucina e narratori del cibo, e tra questi vi segnaliamo: 

  • Japan my love. Cerimonia del tè e lettura di brani da “Morte di un maestro del tè” di Yasushi Inoue. Per chi adora il Giappone, la cerimonia del tè celebrata da Alberto Moro, uno dei due Maestri occidentali riconosciuti di questa antica arte. Verranno letti alcuni brani da Morte di un maestro del Tè di Yasushi Inoue e ci sarà un momento di danza con la geiko Katsutomo da Kyoto. Venerdì 18 novembre ore 17.45 presso Maroncelli District.
  • Diventare vegani: ecco come. Appuntamento con la redazione di vegolosi.it, che presenterà il libro Diventare vegetariani o vegani e offrirà la degustazione di una colazione 100% vegan. Sabato 19 novembre ore 10.30, fondazione Stelline.
  • Felici e Vegan. Sabato 19 novembre alle 12, presso la fondazione Stelline, Mara di Noia e Sonia Giuliodori, direttrice editoriale di Funny Vegan, discuteranno di consapevolezza ed etica alimentare, a partire dal libro Ricette per la mia famiglia ed altri animali.
  • Un viaggio in Romagna lungo un anno. Le autrici di Un anno in Romagna, Nicole Poggi, Cristina Casadei e il fotografo Gianluca Camporesi, ci porteranno nella loro terra per raccontarci una storia quotidiana fatta di ingredienti autentici, dettagli suggestivi e sapori locali. L’appuntamento è sempre sabato 19 novembre alle 18, nella Cripta di San Giovanni in Conca
  • A tavola con Einstein, Bohr, Marie Curie, e altri cervelli geniali. Di tavole e cene con grandi intellettuali ne sappiamo qualcosa anche noi, e per questo non vogliamo perderci la presentazione di L’incredibile cena dei fisici quantistici, di Gabriella Greison. L’autrice è fisica, scrittrice e giornalista professionista, e sarà protagonista di un monologo teatrale tratto dal libro stesso. Sabato 19 novembre ore 19.30, fondazione Stelline.
  • The Bagel Company. Ovviamente qui c’è un piccolo conflitto d’interessi, ma sono davvero orgogliosa di poter presentare per la prima volta il libro sui bagel al pubblico di questa manifestazione che amo tanto. Sarò insieme a Benedetta Jasmine Guetta, blogger di labna.it e una delle più grandi conoscitrici di cucina ebraica. Vi racconteremo come questo umile panino (con il buco) è riuscito a diventare una superstar della cucina mondiale: è la classica storia dell’emigrante che fa fortuna nel Nuovo Mondo. Venite a trovarci e ad assaggiare qualche bagel? Vi aspettiamo domenica 20 alle 12 presso l’Antiquarium Alda Levi.

invito_bookcity_bagel4

Amate i gatti e siete appassionati di fenomeni virali? Sappiate allora che Gatto Morto incontrerà i suoi fan sabato 19 novembre alle 10.30. Stefano D’Andrea e Barbara Sgarzi presentano il libro Gatto Morto, Storie di ordinari decessi, nell’incontro intitolato La comunicazione nell’era dei social media. Gatto Morto si racconta.

BookcityMilano 2016
credits: bookcitymilano.it

E per finire, se vi piacciono i mercatini, gli swap party e il book crossing, non perdetevi Swap a book party, che si terrà sabato 19 novembre dalle 15.30 presso La Dogana. Non un mercatino del libro, ma un format che prevede che dai libri si passi a fare networking, a conoscersi, parlare. Il libro diventa veicolo di scambio di conoscenze, esperienze e informazioni e riprende il suo ruolo di catalizzatore di persone e di energie.
Nella pratica: scambio dei libri che abbiamo più amato e un piccolo mercatino di artigiani del libro, tra gioielli che sono piccole miniature di libri, libri di poesia cuciti a mano, editori di testi introvabili, piccole produzioni di editori italiani indipendenti.

Pronti per la scorpacciata? Seguiteci anche su Instagram e #IGStories, vi racconteremo in diretta questo weekend di letture!