La torta di carote sbagliata di Gianni Rodari

torta_carote_rodari
Credits: Alessandra Spairani photography

Gli errori sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli” scrive Gianni Rodari nella prefazione a Il libro degli errori. “Per esempio la torre di Pisa” continua lui; o la Tarte Tatin diremmo noi, che la leggenda vuole nata per sbaglio dopo che una delle sorelle Tatin, volendo fare una torta di mele per celebrare l’apertura della caccia nel loro ristorante frequentato dai cacciatori della zona, nella concitazione della giornata aveva dimenticato di porre la pasta brisée al di sotto della frutta. Scoperto l’errore, anziché buttar via tutto e lasciare i famelici avventori senza dolce, decise di coprire quelle mele ormai deliziosamente caramellate nel burro e nello zucchero con un disco di pasta e rimetterla in forno, prima di rovesciare in un piatto  la neonata squisitezza.

torta di carote Page 4

Non se la prenderà, quindi, Rodari, se comprando gli ingredienti per una torta di carote in suo onore, abbiamo dimenticato il burro. Proviamo a farla con l’olio?
Attenzione, però, a scriverlo correttamente: pena la fine del povero Grammaticus, il professore che,

con la forchetta in mano,
si accingeva a gustare
il pranzo vegetariano.
Ma tutta la sua delizia
fin dal primo boccone
si mutò in una smorfia
di disperazione.
Guardò meglio nell’ampolla
dell’olio e inorridì;
gli avevano servito
un « oglio» con la « g »!
Offeso e disgustato
fuggì dalla trattoria:
sono un pessimo condimento
gli errori d’ortografia.

La torta di carote sbagliata di Gianni Rodari

torta di carote Page 3

Ingredienti:

200gr di farina 00
250gr di carote grattugiate
100gr di nocciole tritate grossolanamente
50gr di mandorle tritate grossolanamente
4 uova
180ml di olio di semi
150gr di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
1 arancia
1 limone
1 bustina di lievito in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato di soda
1 pizzico di sale

Procedimento:

Sbattete energicamente le uova con lo zucchero in una ciotola, poi versate l’olio, e quando si sarà amalgamato a sufficienza, unite anche le carote grattugiate.
Aggiungete le nocciole, le mandorle e la buccia grattugiata di arancia e limone (se volete, potete aggiungere cubetti di agrumi canditi o uvette).
A parte, mescolate la farina, la cannella, il lievito, il bicarbonato e il sale; versate lentamente gli ingredienti nell’impasto di carota, mescolando di continuo con un frustino.
Disponete il tutto in una teglia da forno a bordi alti precedentemente oliata e cuocete per 1 ora e 10 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi.

4 thoughts on “La torta di carote sbagliata di Gianni Rodari

  1. Ho visto anche il pane più grande del sole, il mio compagno ha musicato la filastrocca e nelle scuole spesso lo ha portato il pane più grande del sole! Se leggi la ricetta che ti ho linkato sopra sarà anche svelato il suo trucco! Il menu che contiene la sua ricetta è uscito nel libro “L’orecchio verde di Gianni Rodari”, Stampa Alternativa, 2011, il post è dedicato a una della presentazioni.
    ciao

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s