Shakespeare a tavola: il bouquet di nozze di Giulietta/Julienne

insalata_julienne Page 1
Credits: Alessandra Spairani photography

Shakespeare a tavola racconta le manie e le contraddizioni della tavola rinascimentale, eclettica e global: la società elisabettiana è spaccata tra la corte e le famiglie nobili da un lato, che fanno bisboccia tra lussi e sprechi, e le classi più povere dall’altro, che patiscono la fame. Nelle mense dei signori, accanto ai cibi tradizionali, hanno trovato posto nuovi ortaggi, frutta e spezie “esotiche”.
Mano a mano che il gusto si va raffinando, il cibo non viene più solo cucinato per sfamarsi, ma offerto e consumato per piacere e i banchetti sono l’occasione per i padroni di casa di farsi “vedere” dal resto della società.

Le opere di Shakespeare offrono straordinari esempi della loro ricchezza: ambientati in luoghi ed epoche storiche diverse, riflettono tutti il gusto elisabettiano per feste interminabili, che bloccavano letteralmente a tavola gli invitati in un servizio che poteva arrivare fino a 20 portate, la maggior parte a base di carne, senza una netta distinzione tra dolce e salato.

Ma la Giulietta, o @julienne, che abbiamo immaginato noi non ama questi tripudi di carne e queste mangiate senza fine. L’abbiamo pensata vegetariana e appassionata di cucina naturale: potremmo figurarcela mentre sfoglia l’ultimo libro di Gwyneth Paltrow, o mentre naviga tra le ricette di 101cookbooks.com.

Ecco perché il bouquet di nozze che abbiamo pensato per lei è un’esplosione di colori, sapori e consistenze perfetta per il giorno speciale di una sposa speciale o, semplicemente, per rendere meno ordinaria la nostra tavola.

insalata_julienne_trittico Page 1

Tra le portate quotidiane, l’insalata è quanto di più creativo possa esserci, ma finiamo per farla sempre nel solito modo. Perché non aggiungerci della frutta o inserire ingredienti di origini lontane? Vi proponiamo di variare anche il dressing, spezzando la supremazia di olio, aceto e sale, e terminarla con una bella pioggia di semini tostati all’orientale.

E gli immancabili pomodorini? Li abbiamo tenuti lontani dalla nostra insalata.
Ai tempi di Romeo e Gulietta, verso la fine del XV secolo, i pomodori appena arrivati dalle Americhe erano ancora relegati al ruolo di pianta ornamentale e, spesso, utilizzati proprio nella composizione dei bouquet. Immaginate il nostro Romeo presentarsi sotto il famoso balcone con un bel mazzo di pomodorini rossi?

insalata_julienne Page 2(1)

PROCEDIMENTO

Sciacquate velocemente sotto acqua corrente i semini, disponeteli su una teglia coperta da carta forno e fateli tostare per 10 minuti a 200°, mescolando di tanto in tanto. Appena saranno sufficientemente dorati, estraeteli dal forno e, ancora ben caldi, saltateli molto velocemente in una ciotola con la salsa di soia, affinché la assorbano completamente.
Preparate ora il dressing: tritate finemente la mentuccia, grattugiate lo zenzero al fine di ricavarne il succo e mescolate il tutto insieme allo yogurt. Lasciate riposare in frigo per almeno mezz’ora.
Per l’insalata, pulite e lessate i fagiolini; tagliate la rapa rossa a listarelle e la pastinaca a rondelle e sbollentatele leggermente; pulite i broccoli e cuoceteli al vapore (potete utilizzare anche la radice più coriacea, eliminando lo strato più esterno e tagliando il cuore a tocchetti).
Lavate con cura la valeriana. Per ultimo, tagliate a julienne le carote e dividete in quattro le albicocche secche.
Mescolate in una ciotola tutte le verdure, aggiungete le albicocche, spargete a pioggia i semini e completate cospargendo di abbondante salsa yogurt.

 

One thought on “Shakespeare a tavola: il bouquet di nozze di Giulietta/Julienne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...