Il senso di Davide per la farina di Davide Longoni

Il senso di Davide per la farinaSoprattutto in cucina, il giusto atteggiamento interiore è forse l’ingrediente principale […]: l’ansia, la fretta, il desiderio di ottenere un risultato ancora prima di cominciare bloccano la nostra creatività e impediscono al corso delle cose di svilupparsi liberamente.

Chiunque abbia almeno un’esperienza di panificazione potrà confermarlo: quando si panifica i pensieri, le preoccupazioni, le ansie del quotidiano devono restare fuori dalla cucina. Ma è l’atto stesso dell’impastare che riesce a sciogliere ogni negatività. Al suo posto si fa strada la cura per il pane che nasce e cresce, quei gesti antichi, eterni, che trasformano acqua, lievito e farina nel cibo fondamentale della nostra civiltà.

Il senso di Davide per la farina, in realtà, non è una guida per homebakers. A dispetto del titolo da Nordic Thriller, racconta una storia di impresa italiana, fuori dalla retorica del food business e delle start-up. È una lettura a tratti entusiasmante, che ci fa conoscere il dietro le quinte di un lavoro che è tanto di fatica quanto di intelletto: c’è ricerca, la sperimentazione, l’apprendimento dai grandi maestri e dai viaggi per il mondo. C’è cultura, e non solo perché Davide è un panettiere laureato in Lettere, ma soprattutto perché con il suo lavoro celebra la meravigliosa ricchezza del nostro patrimonio, la nostra storia di popoli mediterranei, secoli di bellezza.

Ho capito che la forza di un’idea vale più della capacità professionale: i mestieri si imparano, le idee, invece, se non ci appartengono difficilmente prenderanno forma.
Che cosa vuol dire allora essere un professionista, o un’impresa, di successo? Vuol dire amare follemente il proprio lavoro, con una passione inestinguibile per la qualità: quella stessa passione che ti spinge a fare le cose bene perché, semplicemente, è giusto così. Vale per tutti i settori, certo, ma con il cibo assume un significato incredibilmente più vero.

Davide Longoni
Il senso di Davide per la farina – Storia di pane e passione. Un’impresa italiana
Ponte alle Grazie, 2014
Paperback, 181 pagine