Catpuccino, fusa e coccole. Una pausa da Crazy Cat Cafè, a Milano

CRAZY CAT CAFE Romeo e Julienne
Credits: @crazycatcafe on Instagram

Scommetto che lo avete già indovinato. Noi di Romeo&Julienne abbiamo un’altra passione in comune, oltre alla cucina e ai libri: i gatti!

Ecco perché, quando ho letto che a Milano avrebbe aperto un Cat Café – il terzo caffè coi gatti in Italia, dopo quelli di Torino e Roma – ho subito approfittato di un appuntamento con un’amica in zona Stazione Centrale per andare a prendere un caffè, insieme a lei e alla mia piccola Adele (che è già amica dei felini, visto che divide la culla con un “gattino” di 7kg).

Crazy Cat Cafè ha aperto lo scorso novembre, ma l’idea nasce da un viaggio in Giappone di Marco e Alba, i proprietari, oltre un anno fa. Una folgorazione così forte, dopo aver visitato un Neko Bar di Osaka, da convincerli a cambiare vita: nessuna esperienza nel mondo della ristorazione, per loro, ma un grande amore per la cucina e per i gatti. E tanta determinazione, dato che non esisteva ancora, in Lombardia, una legislazione in merito.

CRAZY CAT CAFE Romeo e Julienne
Credits: @crazycatcafe on Instagram

I veri padroni di casa sono ovviamente i 6 gatti che vivono nel locale, tutti abbandonati o salvati dalla strada. Il Crazy Cat Café è per loro una seconda, o a volte una terza chance di vita, resa concreta grazie alla rete di collaborazioni con le associazioni e le Onlus che si occupano di animali in pericolo, promotrici di adozioni di mici adulti provenienti da diversi gattili.
L’arredamento è stato progettato tenendo conto delle loro esigenze e del loro modo di vivere; all’interno del locale ci sono giochi, tiragraffi, percorsi sui quali saltellare e scalare le pareti, oltre alle aree per il riposo, ad uno spazio “privato” per mangiare e ad un altro, separato da tutto il resto, dedicato alle loro lettiere.
I gatti sono seguiti da Alba, Marco e il loro staff per la pulizia quotidiana, da una veterinaria e da una comportamentista che si occupano delle visite periodiche e del loro benessere generale.

E gli umani? L’offerta gastronomica è ispirata alle Bakery anglosassoni (lo chef ha lavorato a New York): vellutate, zuppe di stagione e torte salate con prodotti bio e/o km zero per pranzo; brownie (il best seller del locale, sarà perché la maggior parte delle clienti è donna) e Cheese Cake a merenda; taglieri di salumi e formaggi con birre, vini e Miaojito all’aperitivo. E che dire della colazione con il Catpuccino, da bere nella bellissima tazza con le orecchie?
Nel locale, oltre al wi-fi, ci sono anche libri, un giradischi a disposizione dei clienti, e coloring book (a tema felino!). Spazzoline e rulli levapeli sono di cortesia e si trovano all’uscita, dopo le casse.

Tra musetti curiosi e fusa terapeutiche, per me è stato un vero coup de coeur e sono sicura che questa diventerà una delle mie pause caffè preferite!

CRAZY CAT CAFE Romeo e Julienne
Credits: @crazycatcafe on Instagram

Crazy Cat Cafè si trova in via Napo Torriani 5, a pochi passi dalla Stazione Centrale di Milano.

One thought on “Catpuccino, fusa e coccole. Una pausa da Crazy Cat Cafè, a Milano

Comments are closed.